Esplora il territorio dove scienza, magia e spiritualità si fondono

 

 “Si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo“

(The Butterfly Effect, 2004)

Nell’antica tradizione dello sciamanesimo hawaiano Huna (da cui deriva l’Ho’oponopono) gli sciamani vedono se stessi come ragni in una vasta tela che si estende in tutte le direzioni, verso ogni parte dell’universo.
Come un ragno lo sciamano può muoversi attraverso la tela senza restarne prigioniero. E può inviare vibrazioni lungo la tela e influenzare coscientemente qualsiasi cosa nell’universo. Sono proprio queste vibrazioni che hanno il potere di provocare la guarigione in loro stessi e nelle persone e comunità che a loro chiedono aiuto.

Di che cosa stiamo parlando? E’ realtà o magia?
E che cosa sono queste vibrazioni che possono influenzare la realtà?

Intanto, una prima risposta.

Sì, oggi vogliamo parlarti di magia intesa come la capacità che possiede ognuno di noi di influenzare concretamente la realtà che lo circonda.

E soprattutto, oggi vogliamo parlarti di SCIENZA (e non la “scienza di confine” ma la scienza ufficiale, quella dei premi Nobel per intenderci!) e raccontarti che cosa dice a riguardo.

Hai mai sentito parlare dell’entanglement quantistico?

Nel 1933 il premio Nobel per la fisica Erwin Schrodinger, con un esperimento molto famoso (non te lo descriviamo nei dettagli qui per ragioni di spazio, ma vai a cercartelo su internet se ti incuriosisce) ha evidenziato questo incredibile fenomeno (entanglement) che in italiano potremmo tradurre con le parole intreccio, groviglio.

Semplificando un’enorme mole di dati, ciò che è stato dimostrato dal lavoro di studiosi come Schroedinger, W. Pauli (altro premio Nobel per la fisica) e Einstein è che

l’Universo è un grande scenario in cui tutto è intimamente interconnesso
(intrecciato, collegato, proprio come i fili di una ragnatela!).
Un cambiamento di un singolo sistema o elemento di un sistema implica il cambiamento degli altri.

Detto in altre parole significa che:

Se cambia un solo elemento del sistema, ad esempio tu, cambia anche il resto dell’universo.

La Teoria del Caos (una teoria fisico matematica) afferma a questo proposito che “piccole variazioni nelle condizioni iniziali producono grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema” (il cosiddetto “Butterfly Effect , Effetto Farfalla” con cui abbiamo aperto questo post!)

Entusiasmante la quantità di potere che è nelle nostre mani vero?

Detto questo, rispondiamo alla seconda domanda che abbiamo posto all’inizio di questo articolo: che cosa sono queste “vibrazioni” che possono influenzare la realtà?

Potremmo darti una risposta basata sulle conoscenze che abbiamo relative alla crescita personale, alle più potenti tecniche di cambiamento, o allo sciamanesimo e alla magia. Ma preferiamo attenerci a quello che dice la scienza.

Un curioso esperimento realizzato dal dott. Glen Rein in collaborazione con l’Institute di HearthMath della California ha dimostrato che l’effetto combinato di emozioni e pensieri è in grado di produrre cambiamenti statisticamente rilevanti sul DNA umano.

In pratica

possiamo influenzare la realtà quando le nostre emozioni e i nostri pensieri sono perfettamente allineati ,
ovvero trasmettono all’Universo lo stesso segnale.

E ora arriviamo al dunque.

Quale strumento abbiamo noi, comuni mortali, per operare dei cambiamenti tangibili nella nostra realtà esterna?

Come possiamo allineare i nostri pensieri ed emozioni verso un obiettivo, desiderio, cambiamento che vogliamo realizzare?

Un metodo semplice e alla nostra portata è la preghiera, e cioè il chiedere semplicemente quello che ci serve – salute, trasformazione, risorse, etc.

Attenzione però che non si tratta della preghiera in cui imploriamo Dio o chi per lui di darci questo o quello o affinché faccia accadere una certa cosa e non un’altra nella nostra vita.

La preghiera creativa (cioè in grado di creare la realtà) ha poco a che vedere con il supplicare, e nemmeno con le parole e l’immaginazione.

Ha a che vedere principalmente con il sentire la presenza di ciò che vogliamo e non la mancanza.

Questo significa allineare un’intenzione (PENSIERO) – Cosa desideri? – con l’EMOZIONE di gratitudine che puoi provare sentendo che già possiedi quel qualcosa che desideri.

In questo senso la preghiera creativa è un mezzo che ci permette di allineare con semplicità emozione e pensiero verso un obiettivo, e quindi è il principale strumento che abbiamo per trasformare la nostra realtà, riconosciuto oggi anche dalla comunità scientifica!

Se vuoi approfondire le evidenze scientifiche di questo puoi cercare ad esempio notizie sull’Effetto Maharishi.

La preghiera creativa è qualcosa di molto potente e totalmente alla tua portata, che puoi mettere in pratica fin da subito con semplicità.

Ti va di fare un esperimento per i prossimi 21 giorni?


 

  1. Fai contatto con un desiderio che nutri per la tua vita ed esprimilo al presente, in 1° persona, come se fosse già vero, seguendo questa forma come esempio:

“Sono realizzata/o nella coppia”
“Sono finanziariamente prospera/o”
“Sono circondata/o di buoni amici”
“Sono realizzata/o nella mia professione

  1. Alla sera prima di addormentarti o al mattino presto appena sveglio (o in qualsiasi altro momento della giornata ti venga in mente) ripeti queste frasi avendo cura di sorridere mentre le dici, sentendoti come ti sentiresti se fossero già realizzate (ad esempio provando gratitudine e pace).
  1. Continua per 21 giorni e verifica i risultati concreti ottenuti alla fine di questo periodo di prova.

 

Il tema del trasformare la realtà grazie alla propria intenzione cosciente appartiene all’archetipo del Mago.
Se vuoi essere guidato su come sviluppare questa tua parte consulta la nostra pagina di Counseling e Coaching e chiamaci per prenotare un incontro.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo commento e raccontaci gli effetti che ha avuto su di te l’esperimento della preghiera creativa.

Ti piacciono i nostri contenuti? Aiutaci a diffonderli!