scopri quando la strategia vincente è posticipare l’azione.

 

“La pazienza è la virtù dei forti.”

Proverbio antico

 

In te vive un Guerriero, dotato di forza e potenza (ne abbiamo parlato insieme nel post di qualche settimana fa).

Ne fai esperienza ogni volta che senti il bisogno di affermare te stesso o un tuo punto di vista, mettere un confine, chiedere ciò che ti spetta e decidere che risposta dare ad una richiesta.

La tua energia guerriera può prendere diverse forme.

Da una parte condurti a far sentire la tua voce esprimendoti con assertività, intraprendere buone azioni per raggiungere un obiettivo, dire di no in modo rispettoso a richieste a cui non avevi voglia di acconsentire e muoverti in difesa di una cosa importante per te.

Dall’altra parte questa stessa energia può manifestarsi come comportamento aggressivo, reazioni di rabbia, toni di voce che si alzano, prevaricazioni o qualunque forma di violenza verbale o fisica verso persone, animali o oggetti.

Due facce di una stessa medaglia. Eppure mentre una porta a salvaguardare i rapporti e ottenere risultati, l’altra crea dolori e terra bruciata.

In sostanza il tuo guerriero può essere un eroe costruttore o un incivile distruttore.

In questo post vogliamo insegnarti un trucco per coltivare la tua potenza affinché si manifesti ed esprima in forme costruttive e benefiche per te e per le tue relazioni.

Per farlo partiamo dall’analizzare meglio cosa succede quando entra in campo la parte distruttiva.

Se ripensi all’ultima volta che ti sei arrabbiato e magari hai urlato contro qualcuno, è molto probabile che tu descriva questa situazione con espressioni del tipo: ero fuori di me, non ho potuto controllarmi, è stato più forte di me, mi è scattato dentro qualcosa che ha preso il sopravvento.

E’ un’esperienza comune che ci riguarda tutti. Sappiamo che è così perché dipende da specifiche reazioni fisiologiche che coinvolgono in primis il nostro cervello e poi di conseguenza il nostro corpo.

Ogni volta che ti senti “minacciato” da qualcosa (può essere un commento, un giudizio, un’opinione contraria, il mancato riconoscimento del tuo valore o anche il sentirti sminuito o non ascoltato rispetto ad un’esigenza che hai espresso) come prima cosa si attiva l’amigdala, sede delle nostre emozioni e paure, una delle parti più antiche del nostro cervello.
L’amigdala coglie la minaccia e lancia il segnale prima dell’intervento della corteccia prefrontale (la nostra parte più razionale e lungimirante). Subito si ha il rilascio di ormoni come il cortisolo, l’adrenalina e la noradrenalina in tutto il corpo che ci portano ad avere le classiche reazioni di lotta o fuga.

Detto in parole più semplici è come se partisse la sirena dei pompieri che dà l’allarme e in automatico – senza un controllo cosciente – siamo pronti a mettere in campo le nostre migliori difese che possono essere l’attacco diretto facendo volare parole, gesti e accuse oppure la fuga tramite ad esempio una chiusura totale nei confronti dell’altro, “non ti parlo più”.

A questo punto avrai capito che quando ti senti “fuori di te”, sei effettivamente sotto il controllo di qualcos’altro, ovvero dell’amigdala, il tuo “cinghiale interiore” che scalpita e che è incapace di un pensiero strategico o a lungo termine. All’amigdala non importa niente se farai terra bruciata, se stai per distruggere un rapporto o delle opportunità che forse eri riuscito a costruire con tempo e fatica. L’unica cosa che importa alla tua amigdala in quel momento è difendersi e così contrattacca. Come se le parole dell’altro fossero un animale feroce, come se fosse veramente questione di vita o di morte.

Ma è veramente così?

Ovviamente no. Per quanto grande possa essere la ferita che senti, scegliere di dare pieno campo all’incivile distruttore ti porterà solo a peggiorare le cose.

E quindi cosa fare?

La possibilità alternativa (e vincente) è deporre le armi. Fermarti. Respirare.

Sì, proprio così: non fare un bel niente!
Non si tratta di rinunciare o arrendersi, ma solamente di posticipare la risposta.

Il tuo guerriero evoluto, il tuo eroe costruttore, sa che ogni azione compiuta o parola detta sotto il controllo dell’amigdala sarebbe contaminata da ormoni, toni ed espressioni aggressivi che inquinerebbero qualsiasi tentativo di buona comunicazione.
E’ quindi meglio far riposare queste emozioni agitate e piene di paura e aspettare il giusto tempo per agire, rimandando ogni azione a quando il controllo sarà tornato alla saggezza della neo-corteccia.

Provare per credere!

La prossima volta che senti salire in te un’energia aggressiva semplicemente sospendi ogni risposta o reazione.
Vivrai un tempo nuovo che ti permetterà di ascoltarti, placarti e far emergere la soluzione più giusta per te.

In questo modo disinneschi la trappola dell’aggressività e alleni la tua PAZIENZA, una risorsa importantissima che riguarda l’acquisizione di potere su te stesso e lo sviluppo della tua forza interiore.

Rafforzi la tua pazienza imparando a trattenere ciò che ti sorge da dentro in modo compulsivo e reattivo. Fermandoti prima di re-agire. Chiedendoti è proprio necessario questo mio impulso ORA?
E scegliendo di incanalare l’energia presente in un altro modo.


Ti insegniamo i 4 passaggi della tecnica “FRA” (Fermati-Respira-Aspetta), un esercizio più completo del classico “conta fino a 10” che può aiutarti ogni volta che desideri riportare velocemente il controllo alla parte più evoluta del tuo cervello, nei momenti in cui ti senti minacciato:

  1. Riconosci i segnali del corpo che ti indicano la sensazione di “minaccia” (potrebbe essere una tensione a livello della mascella o delle spalle, o un formicolio alle mani, o una sensazione di chiusura nella gola o nello stomaco).
  2. Respira ed espira – lentamente – per almeno 3 volte.
  3. Concentrati sul contatto dei tuoi piedi con il terreno.
  4. Fai passare almeno 45 minuti prima di dire o fare qualsiasi cosa che ti verrebbe spontanea. Piuttosto scrivi!

Lo sviluppo della tua forza interiore e la capacità di affermarti in maniera costruttiva appartengono all’archetipo del Guerriero, una delle 4 importantissime tappe che toccheremo nella nostra Vacanza-seminario in Carinzia.

In questo viaggio scoprirai molti altri aspetti di questo archetipo, compresi gli aspetti-Ombra, ciò che ti limita nella piena espressione della tua potenza.

dal 18 al 21 agosto 
ChAngel Your Life – Alle Origini del Potere interiore
Una vacanza di crescita personale

Panorama-5-kl

E’ una vacanza diversa dalle altre: 4 giorni di relax e cura
per il corpo e per la mente,
durante i quali inizierai il vero Viaggio di scoperta
all’interno dei tuoi archetipi interiori.

Leggi di più

Lascia il tuo commento qui sotto per condividere con noi quello che hai scoperto grazie alla tecnica FRA!

 

Ti piacciono i nostri contenuti? Aiutaci a diffonderli!
Ti piacciono i nostri contenuti? Aiutaci a diffonderli!