entra nel tuo flusso e trova i talenti che ti rendono unico

 

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista”.

(San Francesco D’Assisi)

 

Lo sai di essere un Artista?

Magari nel tuo tempo libero (o come lavoro a tempo pieno) dipingi, cucini, balli, fai decoupage, cuci, fai composizioni, disegni, scrivi, reciti, componi, suoni…e questo potrebbe aiutarti a riconoscerti all’interno di una definizione di “artista”.
O forse non ti occupi di nessuna di queste attività nella tua vita e quindi fai più fatica a identificarti in questa qualità.

Eppure non ci stiamo riferendo a nessuna attività specifica.
In qualunque cosa tu faccia, sicuramente, anche tu sei (o puoi essere) un artista!
Possiamo essere tutti artisti, perché tutti creiamo nella nostra vita, o se non altro, cosa più importante di tutte, creiamo LA nostra vita!
E questa è una condizione ordinaria, non straordinaria, ovvero appartiene alla nostra quotidianità, e non a circostanze “speciali”.

In questo post vogliamo accompagnarti a scoprire in che senso sei o puoi diventare un Artista della tua vita, e così renderla più leggera, energica e felice.

 

Innanzitutto, cosa significa creare?

Creare significa generare qualcosa che prima non c’era, o riorganizzare elementi esistenti in un modo nuovo e originale.
Crei quando generi un figlio, ma anche un’idea o un nuovo progetto.
Crei ogni giorno nel tuo lavoro e nelle tue relazioni attraverso le scelte che fai, l’atteggiamento che adotti, i Sì o i No con cui rispondi alle opportunità che l’esistenza ti mette davanti. Tu crei nuovi effetti, prima inesistenti, attraverso ogni tua azione e reazione nel mondo.
Alcune domande che potrebbero sorgerti a questo punto sono: cosa sto creando nella mia vita? E’ quello che voglio? Mi rende felice?
Che le risposte siano o no, ora ti invitiamo a sospenderle momentaneamente, per iniziare da un’altra – fondamentale – questione:

Qualunque cosa tu stia facendo, creando e ottenendo nella vita,
vuoi farlo da artista o da spettatore?

(Rispondere a questa domanda ti fornirà una via d’accesso preferenziale
per capire come allineare ciò che crei a ciò che vuoi e che può renderti più felice!)

ESSERE UN ARTISTA: sei un Artista quando scegli, in tutto ciò che fai, di esprimere te stesso e i tuoi talenti, quel mix unico di caratteristiche che ti rendono assolutamente diverso da qualsiasi altra persona su questo pianeta.
Quando sei dentro allo stato naturale dell’Artista provi piacere in quello che stai facendo. Ti diverti. Ti senti in espansione.

ESSERE UNO SPETTATORE: un’altra possibilità è scegliere di essere un semplice Spettatore della vita. Limitarti a reagire e sopravvivere in qualche modo a ciò che ti capita. Lamentarti di ciò che ti ritrovi a fare e non vorresti fare, o di ciò che va storto, o di ciò che fanno o non fanno gli altri attorno a te. Non ti piace quello che fai e non ti piace chi sei in quello che fai. Sei stanco, contratto, le tue energie si esauriscono facilmente e forse anche questa settimana ti sei ritrovato a pensare “E’ lunedì, mancano ancora altri 5 giorni…”.

 

Anche se ti sei riconosciuto nelle vesti dello Spettatore sappi che in realtà hai tutte le potenzialità per essere un Artista! Vogliamo accompagnarti a riconoscere la tua Arte, riprendere il pennello in mano e iniziare a fare qualcosa, ovunque ti trovi oggi, per lasciare la poltrona dello spettatore ed entrare nello stato dell’Artista.

 

Ma cos’è lo stato dell’Artista?

E’ lo stato naturale in cui entriamo quando siamo in contatto con la nostra possibilità di creare qualcosa di unico. Questo stato in psicologia ha un nome preciso: si chiama stato di flusso o flow ed è una condizione psicofisica che è stata studiata nel 1975 dallo psicologo ungherese Mihály Csíkszentmihályi, all’interno della sua teoria del flusso.
Il concetto di flow ha trovato applicazione nei più svariati campi, dallo sport alla seduzione, alla spiritualità e sostanzialmente si riferisce a quello stato che raggiungiamo quando siamo completamente coinvolti in un compito che, nel richiedere una certa concentrazione, ci assorbe a tal punto da farci perdere la cognizione di tutte le altre cose.

Ti è mai capitato, mentre fai qualcosa, di non renderti conto del tempo che passa? Magari pensi siano trascorsi 10 minuti ed è già passata più di un’ora… Oppure di essere talmente concentrato nel tuo compito da diventare immune a distrazioni esterne, non accorgendoti di persone che entrano ed escono dalla stanza, o magari persino di dimenticarti delle tue esigenze fisiologiche, come del bisogno di bere, mangiare, o fare la pipì?

Se capisci di cosa stiamo parlando significa che almeno una volta sei stato in flow, lo stato naturale dell’Artista.

Quando raggiungi questo stato le cose avvengono con facilità, scorrono (fluiscono, appunto!), avverti un senso di potere in quello che fai e provi una soddisfazione e un piacere intrinseci, ovvero finalizzati all’attività stessa.
A differenza dello stato dello Spettatore, quando sei nell’Artista provi vibrazioni alte, è come se tu potessi momentaneamente sciogliere il legame con gli aspetti “terreni” di materia, tempo, ambiente e corpo e raggiungere uno stato più elevato e spirituale, nel quale, misteriosamente, pur spendendo energie, ti ricarichi di energie.

 

Come entrare nello stato dell’Artista?

La caratteristica fondamentale delle situazioni che ti possono portare in flow è che l’attività in cui sei coinvolto non sia né troppo facile né troppo difficile per te, ovvero – detto in un altro modo – che sia equilibrata rispetto alle tue abilità e ai tuoi talenti.

Ed è questo il punto molto interessante: grazie al riconoscimento delle situazioni in cui già raggiungi spontaneamente lo stato dell’Artista, il tuo flusso, puoi rintracciare quali sono i tuoi talenti!


Una volta identificate queste tue caratteristiche uniche avrai in mano la chiave che ti permetterà di vivere la tua vita da vero Artista, seguendo un semplice principio: moltiplica le occasioni e gli ambiti in cui metti in campo i tuoi talenti!


Per darti un ESEMPIO PRATICO e SPUNTI CONCRETI da applicare questa settimana, segui questa traccia:

1 – Fai un elenco di almeno 3 situazioni cui hai spontaneamente raggiunto lo stato dell’Artista ( o flow).
Possono essere situazioni appartenenti a qualsiasi ambito (personale, professionale, sportivo, ludico, artistico…).

Ad esempio mentre cucinavi quella torta, mentre giocavi con tuo figlio, mentre organizzavi quel meeting di lavoro.

2 – Per ogni situazione rispondi a questa domanda: Quale abilità ho messo in campo che mi ha permesso di vivere come flusso quell’esperienza? Attraverso le risposte che darai individua almeno 2 tuoi talenti.

Nell’esempio sopra le abilità messe in campo potrebbero essere la capacità di inventare, la capacità di stare nel presente e la capacità di entrare in sintonia con le persone ascoltandole. Tradotte in talenti: creatività – presenza – ascolto.

3 – E infine fatti questa domanda: Come posso esprimere meglio e di più nella mia vita i miei talenti?

Ad esempio posso chiedermi come portare di più la mia creatività e presenza anche sul lavoro, e come usare la mia dote nell’ascoltare anche con amici e familiari. E ogni giorno posso impegnarmi a esprimere il più possibile e ovunque i talenti individuati. 


Lo stato di flusso e la ricerca di quei talenti che ti rendono unico sono temi che appartengono all’archetipo del CREATORE.

Attraverso un tuo viaggio personale all’interno di questo archetipo
puoi scoprire in che modo differenziarti ed essere più soddisfatto nel lavoro che già fai
o, se sei in cerca di un impiego, individuare le attività più adatte ad esprimere la tua unicità!

Chiamaci o scrivici per saperne di più o per prendere un appuntamento!

Ti piacciono i nostri contenuti? Aiutaci a diffonderli!