Mente e resilienza: 3 pensieri potenti per le situazioni stressanti

Mente e resilienza sono strettamente collegati. Le persone resilienti sono quelle che hanno precise convinzioni mentali, che potenziano le capacità di rispondere positivamente a un evento stressante.

In questo momento l’evento stressante che ci accomuna tutti è legato all’emergenza Covid 19, tuttavia le convinzioni mentali potenzianti di cui parleremo tra poco funzionano di fronte a qualsiasi “crisi”.

A partire dal filosofo Epitteto quasi 2000 anni fa, fino ad arrivare agli studi di Selye e Cannon sullo stress sappiamo che non sono mai gli eventi in sé la fonte di stress ma l’interpretazione che ne diamo. In altre parole la nostra capacità di gestire più o meno efficacemente un evento è in funzione della nostra valutazione cognitiva.

Come sviluppare una mente resiliente

Le persone resilienti sembrano possedere un atteggiamento mentale comune rispetto agli eventi stressanti. Ci sono tre convinzioni mentali che possono aiutare a rispondere più efficacemente a crisi, eventi stressanti, o momenti di cambiamento indesiderato.
Vediamoli

La fatica e le difficoltà fanno parte della vita

E’ illusorio pensare che ci sarà un momento della vita senza difficoltà. Meglio invece venire a patti con il fatto che le difficoltà fanno parte della vita, e anzi, ci rendono più forti. Gandhi disse, in una sua frase famosa “La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.  Quindi chiediamoci: come possiamo imparare a goderci ogni momento del viaggio, anche se difficile?

Anche questo passerà

Niente è permanente, non lo è il dolore e nemmeno la gioia. Tutto passa, tutto è in movimento.
Martin Seligman, padre della psicologia positiva ha individuato una caratteristica che accomuna tutte le persone ottimiste (e resilienti): tendono a vedere le situazioni stressanti come temporanee e specifiche. Le persone che tendono al pessimismo e sono scarsamente resilienti invece vedono le situazioni stressanti come continuative e pervasive. Il fatto di sapere che una situazione, per quanto negativa o stressante la percepiamo, è temporanea è già di per sé un aiuto.

Io ho un potere

Le persone resilienti sentono di avere un certo grado di controllo sulle cose e si focalizzano sulla loro “area di potere”.
Per quanto piccola possa essere, l’area di potere esiste sempre: c’è sempre qualcosa che possiamo fare di attivo per rispondere ad un evento stressante, se non altro possiamo decidere i nostri pensieri e le nostre emozioni a riguardo!
Il segreto è quindi chiedersi: “Che cosa posso fare io qui, adesso?

Approfondisci guardando il video!

GUARDA IL VIDEO – Mente e resilienza | 3 pensieri potenti ai tempi del Coronavirus

Mente e resilienza

NB: iscriviti al nostro canale YouTube per essere subito informato dell’uscita dei prossimi video!

Ti piacciono i nostri contenuti? Aiutaci a diffonderli!