In questo articolo continuiamo a stimolarti ad approfittare di questo periodo estivo per metterti alla prova e migliorare le tue abilità di oratore o di oratrice!

La capacità di “generare connessione” è uno dei capisaldi del nostro corso The Speaking Moment!
Se lo hai frequentato certo ricorderai quanto è importante creare quel legame speciale con il tuo pubblico, quel contatto che permette da una parte a chi ti ascolta di diventare più permeabile al tuo messaggio, che giungerà con maggiore chiarezza ed efficacia, e dall’altra a te di ricevere quello che il tuo pubblico ti può e vuole dare, in termini di condivisione e apprezzamento.

Ricorda che quando parliamo di “PUBBLICO” ci rivolgiamo indifferentemente ad 1 o 1000 persone che ti stanno ad ascoltare in quel momento. La connessione è ugualmente importante!

La prima cosa per creare questo legame speciale è essere presente. Per questo nel nostro corso ti insegniamo come contenere le emozioni che inevitabilmente si muovono quando siamo sotto lo sguardo dell’altro e che rischiano di portarti via da una vera presenza.

Oggi aggiungiamo un pezzo, che è anche un trucco. L’abilità nella gestione delle tue emozioni e la tua capacità di generare connessione crescono nella misura in cui fai esperienza.

 

Buttarti è la grande chiave che ti renderà ogni volta più sicuro e capace.

 

Non sono solo “le grandi sfide” ad allenarti! Quell’importante presentazione, la conferenza in cui farai un intervento, la lezione da tenere, una riunione importante o l’incontro con un capo…

Lo sono altrettanto “le piccole sfide“, quelle di ogni giorno, che proprio per la maggiore presenza nella tua vita possono costituire un terreno di pratica molto prezioso.

La tua quotidianità, se ben ci fai caso, è strabordante di occasioni per mettere in pratica quello che hai imparato al nostro corso o iniziare a sperimentarti se ancora non l’hai frequentato. In questo modo farai incetta di esperienze che andranno ad arricchirti e rafforzarti per le prove più grandi!

In questo post vogliamo suggerirti 3 sfide che potresti darti per stimolare la tua abilità di generare connessione con le persone:

Sfida te stesso scegliendo da quale iniziare!

 

Sfida n°1: “Attacca bottone” con una persona che non conosci

Le occasioni possono essere ovunque: sull’autobus, in spiaggia, in fila al supermercato. Per iniziare un discorso potresti trovare qualcosa che avete in comune, o fare un complimento se noti qualcosa che l’altro possiede o indossa e che ti piace.
NB: Se hai fatto il corso The Speaking Moment con noi, ricorda nel momento in cui inizierai a parlare l’importanza del contatto oculare e del sorriso!

Sfida n°2: Approfondisci la conoscenza di qualcuno che conosci superficialmente

Scegli una persona che conosci appena, ovvero che solitamente se incroci saluti, ma di cui sai ben poco, e datti l’obiettivo di conoscerla meglio! La sfida potrebbe consistere nell’arrivare a scoprire che lavoro fa, da dove viene, come si compone la sua famiglia o se ha degli hobbies che pratica nel tempo libero. Per arrivare a questo grado di conoscenza senza cadere nell’effetto “interrogatorio” dovrai abilmente alternare il racconto di qualcosa di te con le domande che riguardano l’altro, e creare un clima di piacevolezza e simpatia.
NB: Se hai frequentato The Speaking Moment, ricorda l’importanza della tua voce in questo e di utilizzarla per ottenere l’effetto che desideri!

Sfida n°3Apri un discorso importante, con una persona importante 

Questa è certamente la sfida più impegnativa. E allo stesso tempo quella che potrebbe darti maggiori soddisfazioni!
Pensa ad una cosa per te importante in famiglia o nel tuo rapporto di coppia, o sul lavoro. Una cosa che ancora non hai detto in modo esplicito e chiaro, forse la richiesta di fare qualcosa che attualmente non viene fatto o di evitare un aspetto che da tempo ti dà fastidio.
Scrivi una mini traccia del tuo discorso e individua il momento giusto per parlarne. Per essere sicuro di trovare il momento più adatto in cui avere un ascolto di qualità potresti annunciare al tuo interlocutore che hai bisogno di 5 minuti (o 10 minuti….vedi tu!) del suo tempo per una cosa che ti sta a cuore e chiedere all’altro di dirti quando potete parlarne.
Anche in questo caso ricorda di guardare la persona negli occhi, respirare col diaframma e avere sullo sfondo il tuo sorriso.
Insomma, tieni presenti tutti gli ingredienti basilari che ti abbiamo insegnato al corso The Speaking Moment! 😉

Queste 3 sfide sono ottime occasioni alla portata di tutti. Per scegliere su quale sfida puntare, ti consigliamo di orientarti su quella che normalmente non faresti ma che allo stesso tempo senti fattibile, in questo modo di alleni ad uscire un po’ dalla tua zona di comfort, prendendoti un piccolo rischio.
E’ solo uscendo da ciò che è confortevole per noi che allarghiamo lo spazio che saremo in grado di gestire.
Quindi qualsiasi cosa ti è un po’ “scomoda” e preferiresti evitare…lì c’è un’occasione di crescita!

Noi ti invitiamo a sceglierne una e a prenderla con impegno e leggerezza insieme, come il tuo buon proposito per le prossime 2 settimane.
Ricorda che più esperienza fai nel quotidiano più la prossima occasione in cui dovrai parlare ti sembrerà facile!

E quindi, quale in quale di queste 3 sfide ti cimenterai?

 

LASCIACI IL TUO COMMENTO!

Ti piacciono i nostri contenuti? Aiutaci a diffonderli!